Approvato il casinò Hard Rock da 360 milioni di dollari

5 Gennaio 2024 Pubblicato da Lascia il tuo commento

Il governo della città di Kenosha ha approvato un progetto di casinò tribale del valore di 360 milioni di dollari proposto dalla Tribù Indiana Menominee del Wisconsin in collaborazione con Hard Rock International, una sussidiaria della Tribù Seminole con sede in Florida.

Il Consiglio Comunale di Kenosha ha votato 11-6 a favore della vendita di 60 acri di terreno di proprietà della città alla Tribù Menominee, precedentemente occupato dal circuito per corse di levrieri Dairyland. Il terreno si trova a ovest dell'Interstate 94 presso la 60th St. Il prezzo di acquisto sarà di 15 milioni di dollari.

“Non c'è un luogo locale abbastanza grande per ospitare un grande evento per alcune centinaia di persone, quindi non stiamo portando solo un'operazione di gioco qui, stiamo portando tutte le comodità che ne derivano”, ha detto al consiglio Joey Awonohopay, portavoce dei Menominee.

Il progetto Hard Rock Hotel & Casino Kenosha, come viene provvisoriamente chiamato, prevede una sala da gioco con 1.500 slot machine, 55 tavoli da gioco e un Hard Rock Bet Sportsbook. Un hotel di 150 camere sarà completato da sette ristoranti, tra cui un Hard Rock Café, una sala concerti Hard Rock Live da 2.000 posti e un negozio di souvenir.

Il progetto necessita di ulteriori approvazioni

L'approvazione del Consiglio Comunale di Kenosha alla proposta di casinò dei Menominee, che aggiungerebbe un secondo casinò al portafoglio economico della Tribù insieme all'attuale Menominee Casino Resort a Keshena, è il primo passo in un lungo processo di approvazione. Il progetto necessita ora del sostegno del Consiglio dei Supervisori della Contea di Kenosha. Il governo della contea dovrebbe votare sul casinò tribale più avanti in questo mese.

Se la contea seguirà l'esempio della città nell'approvare il progetto di gioco d'azzardo, la Tribù dovrà poi chiedere al governo federale di inserire il terreno nel trust federale e designare la proprietà come territorio sovrano. La Tribù dovrà dimostrare legami storici con l'area prima che il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti, Ufficio per gli Affari Indiani, possa designare i 60 acri come terre tribali.

Se ciò avverrà attraverso un processo che potrebbe richiedere diversi mesi, l'ultimo passo sarebbe che i Menominee estendano il loro patto di Classe III con lo stato al secondo casinò. Nel 2015, l'allora governatore Scott Walker (R) si rifiutò di concedere alla Tribù i diritti statali per operare slot e giochi da tavolo in stile Las Vegas a Kenosha. Ciò avvenne dopo che i Menominee avevano proposto un progetto di casinò più grande del valore di 800 milioni di dollari.

Il governatore più recettivo al casinò

La Tribù Indiana Menominee e Hard Rock scommettono che l'attuale governatore del Wisconsin, Tony Evers (D), sarà più recettivo a un casinò a Kenosha rispetto a Walker. Evers ha succeduto a Walker nel gennaio 2019.

“Ho approvato casinò in passato. Penso che le nazioni tribali del Wisconsin abbiano il diritto di farlo. Ho approvato il gioco d'azzardo sportivo”, ha detto Evers nel luglio 2022.

Ci sono però oppositori locali che sostengono che un casinò Hard Rock avrebbe un impatto negativo su Kenosha. Argomentano che ridurrebbe il valore delle case e aumenterebbe la criminalità e i problemi finanziari.

“Perché non sfidiamo gli eletti a chiedere, ‘C'è un altro modo in cui possiamo cercare altre aziende per portare lavoro sindacale? Perché dobbiamo fare affidamento su qualcosa che porta dipendenza e conseguenze negative per portare lavoro sindacale? Perché non possiamo trovare qualcosa di positivo per la comunità?'” ha chiesto John Bush del gruppo Citizens Against Expanded Gaming.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *