BOBO VIERI E QUELLA VOLTA CHE VENNE CACCIATO DAL CASINO

8 Luglio 2021 Pubblicato da Lascia il tuo commento

Molti sono i personaggi famosi dello sport che hanno in comune un’altra passione oltre quella del calcio. Stiamo parlando dei calciatori e la passione per i casino, come Bobo Vieri. Diversi sono i nomi legati a questo mondo, scopriamo insieme quali. 

I CALCIATORI ED I CASINO

Nomi come Wojciech Szczesny, Kostas Manolas, Gerad Piquè, Rio Ferdinand, Arturo Vidal, Radja Nainggolan, Francesco Totti, Cristiano Ronaldo, Lionel Messi, Bobo Vieri e Neymar Jr non sono solo grandissimi calciatori ma sono anche legati al mondo del casino.

Sì perché per alcuni di loro, le differenze tra rettangolo verde e tavolo verde, sono davvero poche

Campioni provenienti dalla Spagna come Piquè e Vidal recentemente hanno vinto circa mezzo milione di euro ad un torneo di Poker in coppia. Piquè si era già classificato terzo nel 2011 in un torneo della serie European Poker Tour e nel 2017 aveva vinto a Ultimate Texas Holdem.

C’è poi chi, dopo aver chiuso nel cassetto la carriera calcistica, ha fatto del gioco d’azzardo una vera e propria professione. Il risultato è quello di trasformarsi in un giocatore semi-professionista di Poker.

Anche Francesco Totti considera il poker come una bella distrazione, non lascia indietro nessuna occasione per una partita con gli ex compagni di squadra o con gli amici. Secondo Francesco Totti, questo è “Più che un gioco, il poker è uno sport per il cervello”.

Infine, un altro giocatore da citare è sicuramente Cristiano Ronaldo. Lui, a differenza di altri colleghi, ama divertirsi con i giochi di casino online. Giochi in cui siamo sicuri che ha superato più di un record nel suo tempo libero.

Bobo Vieri cacciato dal casino

Bobo Vieri è stato cacciato da uno dei casino più eleganti d’Europa. Stiamo parlando del Casinò Ca’ Vendramin Calergi di Venezia. 

bobo vieri calciatori casino

Il motivo di tale decisione è dovuta al tipo di abbigliamento dell’ex bomber neroazzurro. Egli infatti non ha indossato una giacca, un indumento richiesto proprio dal dress code della sala. Inoltre il calciatore si è rifiutato di collaborare anche nel momento in cui il personale gli ha offerto un abito da indossare per poter entrare nel casino. Bobo Vieri ha detto che il casino il giorno prima lo ha fatto entrare senza alcun problema nonostante non avesse la giacca.

Molti sanno che Bobo Vieri è un appassionato di casino e poker e che non ha mai creato problemi ai tavoli da gioco. Sembra che questa volta però, secondo la stampa locale, il calciatore abbia esagerato. Infatti pare che il bomber abbia litigato con gli addetti della sicurezza buttando in faccia ad uno di loro anche il biglietto di ingresso.

Diverse sono state le iniziative presenti sul lido Veneziano a cui Bobo Vieri aveva partecipato in occasione del Festival del Cinema. Ma nel momento in cui non gli è stato possibile entrare nella sala da gioco a causa della violazione del dress code, il suo comportamento è stato del tutto spropositato e poco elegante.

In questa occasione non è mancato il commento dell’amministratore delegato del casino, Vittorio Ravà, il quale ha affermato che “I personaggi famosi hanno oneri e onori, le regole sono uguali anche per loro e il rispetto di chi lavora deve essere assoluto”.

Dopo questo accaduto, Bobo Vieri si è ripromesso di non andare più al casino di Venezia. Difatti ha anche fatto notare che, la sera prima, su un post su Twitter era riuscito ad entrare nella sala del gioco senza indossare nessuna giacca. Sicuramente la reazione dell’ex calciatore con il personale del casino non deve essere assolutamente imitata. Difatti, tutto sommato, il personale ha fatto semplicemente il proprio lavoro.

Strano come un appassionato di poker, che da sempre si è contraddistinto per la sua compostezza, questa volta si sia lasciato andare ad una reazione così furibonda.

Per altre curiosità sui Vip ai casino ti consigliamo di leggere Katia Ricciarelli ed il gioco d’azzardo e la passione del gioco del grande Vittorio De Sica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *