Il Gioco d’Azzardo Fuori dalla Cina: Un Illecito Secondo Pechino

20 Marzo 2024 Pubblicato da Lascia il tuo commento

Il governo cinese ribadisce che partecipare a giochi d'azzardo in casinò situati fuori dai confini nazionali va contro le leggi cinesi. Questo richiamo viene particolarmente indirizzato ai cittadini cinesi che si recano a Singapore, attratti da celebri resort come il Marina Bay Sands e il Resorts World Sentosa, che hanno trasformato il panorama ludico grazie al loro enorme afflusso di visitatori dalla Cina.

Messaggio dell'Ambasciata Cinese

Attraverso un annuncio ufficiale su WeChat, l'ambasciata della Cina a Singapore ha esortato con forza i cinesi presenti nella città-stato a evitare attività di gioco d'azzardo durante i loro soggiorni all'estero, avvertendoli sulle possibili violazioni legali che potrebbero precludere il supporto consolare in caso di necessità.

Reazione degli Investitori

La comunicazione non sembra aver scosso gli investitori dei grandi nomi del settore casinò come LVS e Genting Singapore, i cui titoli hanno mantenuto una stabilità sul mercato. La ripresa dei flussi turistici internazionali, vicini ai livelli pre-pandemia, ha favorito un rinnovato incremento dei guadagni per questi lussuosi complessi.

Impatto sul Turismo

Il numero di visitatori internazionali a Singapore ha raggiunto nuovi picchi post-Covid a gennaio, grazie in particolare all'aumento dei turisti cinesi, incrementati di oltre il 60% rispetto al mese precedente, anche in vista dell'introduzione di una reciproca esenzione dal visto di 30 giorni.

Lotta al Gioco d'Azzardo Transfrontaliero

La lotta della Cina contro il gioco d'azzardo oltreconfine mira a frenare la fuga di capitali, con il Ministero della Pubblica Sicurezza che evidenzia come ogni anno circa 145,5 miliardi di dollari statunitensi lascino il paese per alimentare il gioco d'azzardo all'estero, una minaccia concreta per l'economia e la sicurezza nazionale.

Rischi Associati e Avvertenze

In questo contesto, l'ambasciata cinese a Singapore rinnova l'invito ai suoi cittadini a segnalare eventuali trasgressioni relative al gioco d'azzardo transfrontaliero, evidenziando i rischi associati come frode, riciclaggio di denaro, rapimento e traffico di esseri umani.

Conclusioni

La posizione ferma della Cina contro il gioco d'azzardo all'estero riflette la preoccupazione del governo per il mantenimento della legalità e per la sicurezza economica del paese. Attraverso avvisi ufficiali e campagne di sensibilizzazione, Pechino mira a limitare le attività di gioco d'azzardo dei suoi cittadini all'estero, evidenziando i rischi legali e personali a cui si espongono. Nonostante queste avvertenze, l'impatto sulle aziende di casinò e sul turismo sembra essere minimo, suggerendo che l'appello possa avere un effetto limitato sul comportamento dei cittadini cinesi all'estero. La lotta della Cina contro il gioco d'azzardo transfrontaliero è quindi un aspetto significativo della sua politica di sicurezza nazionale, mirando a prevenire la fuga di capitali e a tutelare i propri cittadini da potenziali pericoli associati al gioco d'azzardo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *