Il gioco d’azzardo in Italia: leggi e raccomandazioni

29 Aprile 2022 Pubblicato da Lascia il tuo commento

Il gioco d’azzardo sia off line che online è da sempre stato nell’agenda politica un tema caldo che spesso ha diviso e contrapposto correnti di pensiero che desiderano una linea dura nella normativa per averne un maggior controllo e altri invece che preferirebbero leggi più flessibili e meno austere.

Normativa del gioco d’azzardo: uno sguardo all’Europa

Prima di addentrarci nel discorso normativo italiano è bene fare un breve riepilogo di quanto accaduto negli ultimi anni a livello normativo europeo sul gambling.

Fermo restando che ad oggi non esiste ancora alcuna normativa varata dalla Comunità Europea in modo specifico sul tema è pur vero che nel 2013 il parlamento con sede a Bruxelles ha approvato una risoluzione nella quale sancisce la possibilità e legittimità dei singoli stati membri di approvare norme a tutela dei giocatori e, nel 2014, lo stesso Parlamento ha pubblicato una raccomandazione nella quale chiede agli Stati membri di monitorare e disciplinare con particolare attenzione il fenomeno del gioco online.

Una raccomandazione quindi, che è stata accolta e declinata dagli stati membri dell’Unione Europea con diverse sfumature a seconda della legislazione in vigore e della portata nazionale che il fenomeno ha sul singolo territorio.

Leggi Italiane sul gioco d’azzardo

L’Italia è tra i Paesi dell’Unione Europea che ha posto da subito grande attenzione alla tematica del gioco d’azzardo manifestando particolare premura per la salvaguardia dei cittadini in materia di truffe e raggiri.

L’obiettivo principale del legislatore italiano è stato quello di prevenire gli effetti dannosi del gioco d’azzardo sulla salute psichica, fisica e naturalmente economica.

Un focus maggiore è stato poi dato con l’introduzione – della legge n. 88 del 2009 – alla tutela dei minori a cui è fatto divieto assoluto di accedere ai casinò online e quelli reali.

Per tale ragione, ai casinò online viene richiesta la creazione dell’anagrafica da parte degli utenti iscritti e di bloccare quindi l’accesso agli stessi ai minori di 18 anni.

Normativa italiana: giochi vietati e giochi consentiti

La normativa nazionale italiana distingue poi due tipologie di giochi: quelli vietati e quelli consentiti.

Quest’ultimi sono soggetti ad un rigido regolamento che prevede tassativamente l’ottenimento di apposite concessioni o autorizzazioni.

Con la legge n. 266 del 2005   si attribuisce all’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la regolamentazione del settore dei giochi online inibendo dall’attività quei siti web privi delle necessarie autorizzazioni.

Successivamente, con il decreto legge n. 98 del 2011, si inasprisce ulteriormente la regolamentazione del gioco d’azzardo, specialmente quello online, aumentando le sanzioni e prevedendo la sospensione o, addirittura, la revoca dell’esercizio in caso di tre violazioni rilevate nel corso di tre anni.

Accanto alla normativa nazionale, vi sono poi le normative delle singole Regioni e dei Comuni.
Molte Regioni, così come molte amministrazioni comunali, hanno approvato specifici provvedimenti per contenere gli effetti dannosi del gioco d’azzardo.

Il Comune di Genova, ad esempio, obbliga a degli orari specifici di apertura e chiusura e vieta la nascita di Casinò o sale da gioco in prossimità di  “luoghi sensibili”.

Anche il Comune di Napoli ha vietato l’apertura di Casinò o sale per giochi d’azzardo nella zona del centro storico della città.

Il quadro legislativo sopra accennato sottolinea la volontà di Stato e Enti regionali e comunali di contrastare gli effetti del gioco d’azzardo patologico in Italia, attraverso interventi preventivi e punitivi a tutela della salute pubblica cittadina.

Regolamentazione Casinò online in Italia

I siti web di scommesse e di gambling sono in costante crescita ed è per questo che il governo e gli enti amministrativi hanno avviato una rigida disciplina del settore.

In Italia la concessione all’esercizio viene rilasciata dall’AAMS ossia Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato che è il “garante della legalità e della sicurezza in materia di apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento per assicurare la trasparenza del gioco”.

L’AAMS, a partire dal 2011, ha irrigidito i requisiti per il rilascio delle autorizzazioni e ha reso pubblico sul proprio sito web l’elenco completo di Casinò online e siti di giochi d’azzardo che rispettano tali requisiti in modo che il consumatore possa sempre verificare l’affidabilità ed attendibilità del sito scelto.

E’ bene sottolineare poi che anche nei casino reali o virtuali a norma di legge purtroppo non si può essere esenti da truffe al 100%.

Persone che riescono a raggirare il sistema o hacker professionisti spesso creano danni non solo al malcapitato giocatore ma anche all’onesto imprenditore del casino.

Molti di questi – come Casinoeslot – però riservano delle clausole assicurative per essere coperti anche in caso di frode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.